Gli straordinari effetti ritardanti della dapoxetina

Gli straordinari effetti ritardanti della dapoxetina

L'eiaculazione precoce

L'eiaculazione precoce è un problema reale che colpisce una quantità notevole di uomini, non solo alle prime esperienze sessuali. Eiaculare troppo presto, vale a dire prima, durante o entro due minuti dalla penetrazione può essere un'esperienza drammatica per l'uomo che da una parte non riesce a godersi appieno l'esperienza del rapporto sessuale, dall'altra perché non riesce a soddisfare sessualmente la propria partner. L'eiaculazione precoce, sebbene non sia una malattia, può essere un vero e proprio danno per una relazione amorosa e può essere la causa latente di conflitti e litigi tra i membri della coppia.

La medicina, contro questa disfunzione sessuale non è ancora riuscita a fare miracoli, anche se negli ultimi 10 anni sono stati compiuti passi da gigante. Un vero e proprio anno 0 per la guerra contro l'eiaculazione precoce è stato l'anno in cui è stata sintetizzata, dai ricercatori di Eli Lilly, la dapoxetina.

 
 

Come il Sildenafil, il principio attivo del Viagra, anche la dopexetina è stata scoperta per caso, un fenomeno che viene chiamato serendipity. I ricercatori stavano lavorando su dei farmaci per combattere la depressione e si sono trovati a scoprirne uno per ritardare l'orgasmo per coloro che soffrono di eiaculazione precoce.

Il meccanismo su cui si basa la dopexetina, principio base del farmaco usato per combattere l'eiaculazione precoce, vale a dire il Priligy è l'inibizione della ricezione della serotonina in alcuni nuclei celebrali incaricati all'eiaculazione.

Il Priligy va assunto oralmente un'ora prima del rapporto ed è indicato per uomini dai 18 ai 64 anni. I possibili effetti collaterali sono capogiri e vertigini, nausea, ansia, irritabilità, tremore, dolore addominale e diarrea ma si registrano in pochi casi. La maggior parte degli uomini, nelle numerose statistiche che sono state fatte, ha affermato di aver tratto giovamento dall'uso di questo farmaco e di aver migliorato considerevolmente la propria esperienza sessuale ed in particolare quella della partner.